dentista milano

sintomi parodontite - Studi dentistici Amadental

Sintomi parodontite (o piorrea): quando è il caso di eseguire un controllo

Sintomi parodontite (o piorrea): quando è il caso di eseguire un controllo 1200 628 Amadental

Si tratta di una delle maggiori cause di perdita dei denti. Riconoscere la malattia e intervenire tempestivamente fa la differenza. Scopri i sintomi della parodontite.

Sintomi parodontite: di cosa si tratta?


La piorrea, o parodontite, è una grave infiammazione dei tessuti parodontali. Questi hanno lo scopo di sostenere saldamente il dente all’osso. Se non curata, l’infiammazione porta alla degenerazione di tali tessuti, con conseguente riduzione di stabilità del dente e dunque la sua perdita.

Parodontite: le cause



Le cause della parodontite possono essere diverse.

Tra le principali troviamo:



• scarsa igiene orale

• diabete

• stile di vita (fumo, alcol)

• alimentazione
• predisposizione genetica

• gravidanza


L’implantologia carica immediato fa male?

  • Sfatiamo una leggenda, ovvero quella che gli interventi di implantologia sono dolorosi.  Qualunque intervento di implantologia non prescinde dall’anestesia locale. Sono invece normali il fastidio o il gonfiore che possono insorgere nei giorni successivi e che possono tranquillamente essere controllati con antinfiammatori o antidolorifici.

Come si arriva alla perdita del dente?



La parodontite rappresenta la degenerazione di una gengivite, ovvero un’infiammazione gengivale. Responsabile di quest’ultima è in principal modo la carica batterica contenuta nella placca dentale. 
Riconoscere i primi sintomi di una gengivite diventa dunque estremamente importante per poter prevenire una parodontite.

Sintomi: quali sono?



• sanguinamento gengivale
• alito cattivo
• gengive arrossate e doloranti
• mobilità dentale
• recessione gengivale (gengive che si ritirano, impressione di avere denti “più allungati”)

Sintomi parodontite: perché intervenire tempestivamente?



Curare la parodontite è possibile, spesso in modo indolore e poco costoso. 
La tempistica gioca un ruolo fondamentale. Sottoporsi a controlli regolari dal proprio dentista ricopre dunque un ruolo strategico per la prevenzione.



Noi di Amadental consigliamo di eseguire un controllo periodico sulla base dell’indicazione date dei nostri Dentisti.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

Ponte dentale - implantologia carico immedianto - Amadental - Dentista Milano

Per il tuo sorriso, basta soluzioni precarie come il ponte dentale, fai una scelta definitiva con limplantologia a carico immediato.

Per il tuo sorriso, basta soluzioni precarie come il ponte dentale, fai una scelta definitiva con limplantologia a carico immediato. 1200 628 Amadental

Un ponte dentale, una protesi mobile sono spesso soluzioni precarie all’edentulia che spesso non donano il massimo della serenità al cavo orale. Come porre rimedio? Scegliendo l’implantologia a carico immediato.

In cosa consiste il carico immediato e da cosa differisce rispetto l’implantologia tradizionale.

È una tecnica che permette di sostituire gli elementi dentali compromessi mediante l’applicazione di strumenti protesici e si distingue dall’implantologia classica per i tempi di esecuzione. 

Nell’implantologia a carico differito, infatti, il dentista dopo aver inserito all’interno delle ossa mascellari o mandibolari del paziente gli impianti, attendeva un periodo variabile dai tre ai sei mesi per l’applicazione della protesi vera e propria. Oggi, grazie all’implantologia a carico immediato, ciò avviene nel corso di un unico intervento.

 L’aggiornamento di competenze e l’esperienza continua sul campo nell’ambito della biocompatibilità dei materiali hanno permesso lo sviluppo di questa tecnica.

L’impiego di materiali altamente osteointegrativi, come il titanio, ha portato a una maggiore sicurezza nella riuscita dell’intervento.

Con il carico differito il chirurgo aspettava i tre o sei mesi per consentire all’organismo di legare perfettamente con il corpo estraneo inserito nelle ossa.

 

Quali sono quindi i vantaggi dell’implantologia a carico immediato?

  • Durata: il paziente può godere di un nuovo sorriso esteticamente bello in pochissimo tempo. L’intervento si svolge in una sola seduta e già dopo un giorno si può tornare a sorridere.
  • Comfort: si acquisisce fin da subito la funzione masticatoria per tornare a mangiare senza alcun tipo di problema.

Vantaggio estetico: nessun disagio e nessuna difficoltà nelle relazioni sociali. Le protesi mobili risultano molto scomode e instabili, mentre grazie all’implantologia a carico immediato si gode di una protesi fissa e stabile che non crea disagi nel tempo.

L’implantologia carica immediato fa male?

  • Sfatiamo una leggenda, ovvero quella che gli interventi di implantologia sono dolorosi.  Qualunque intervento di implantologia non prescinde dall’anestesia locale. Sono invece normali il fastidio o il gonfiore che possono insorgere nei giorni successivi e che possono tranquillamente essere controllati con antinfiammatori o antidolorifici.

Cosa fare dopo intervento a carico immediato?

  • Dopo un intervento di implantologia dentale si consiglia di non mangiare cibi caldi e di prediligere consistenze morbide, evitando così l’eccessiva masticazione. Via libera a formaggi freschi e cremosi, yogurt, gelati, vellutate, tutto però rigorosamente freddo, in modo da evitare la stimolazione dell’emorragia.

Ponte dentale o Implantologia dentale? 

La soluzione definitiva è nelle tue mani.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

Microscopio Operatotio - Amadental - Dentista Milano - Dentista Magenta - Dentista Magnago

L’importanza del Microscopio Operatorio – Amadental Studio Dentistico

L’importanza del Microscopio Operatorio – Amadental Studio Dentistico 1200 628 Amadental

L’aggiornamento tecnologico gioca un ruolo fondamentale per garantire servizi di alta qualità e professionalità ai pazienti. All’interno dei nostri studi mettiamo a disposizione il Microscopio Operatorio, fondamentale per operare in modo preciso ed efficace anche nei casi più complessi.

Cos’è il Microscopio operatorio

È uno strumento tecnologico utilizzato nel settore odontoiatrico in grado di ingrandire fino a 20 volte un elemento o particolare.  Possiede un dispositivo per l’illuminazione che genera una luce molto intensa che consente una visione pulita e priva di ombre. 

Questo consente al professionista di godere di maggiore vista e  precisione durante un intervento, garantendone maggiore qualità.

I Vantaggi del Microscopio operatorio

Sono presenti molteplici vantaggi che rendono così utile e funzionale questo strumento nel mondo odontoiatrico, ma i fattori che lo contraddistinguono sono sostanzialmente 3: 

  • L’ingrandimento
  • Visione Stereoscopica
  • Luce coassiale

Ma analizziamoli più nel dettaglio.

INGRANDIMENTO

Quattro occhi sono sempre meglio di due! Questo detto risalta il fatto che per vedere bene sarebbe meglio poter utilizzare più di due occhi, e lo stesso concetto vale per vedere le cose da vicino. L’ingrandimento è dunque di fondamentale importanza per tutte quelle operazioni che necessitano di una grande precisione e fermezza, soprattutto in campo odontoiatrico. 

Il microscopio operatorio consente di effettuare ingrandimenti considerevo

VISIONE STEREOSCOPICA

Si tratta della possibilità di vedere la stessa immagine con tutti e due gli occhi, avendo così un controllo preciso dei nostri strumenti e delle nostre manovre.  In questo modo gli occhi si  focalizzano nella stessa maniera un qualunque particolare, ottenendo  così una maggiore precisione nel determinare la dimensione e la profondità dell’oggetto che osserviamo.

LUCE COASSIALE

L’ingrandimento non sarebbe sufficiente… senza la giusta illuminazione! La luce coassiale è ciò che veramente fa la differenza. Consente infatti di focalizzare la visione e la luminosità su un punto preciso della bocca e quindi di ottenere una perfetta visibilità.

È molto importante ottenere la focalizzazione nel punto che noi desideriamo illuminare, modulandola secondo le nostre esigenze. 

La luce può essere di vari tipi. Vediamo quali.

Luce calda: Permette di avere una potenza luminosa che può variare da 5.400 lux a 120.000 lux. 

Luce fredda: Genera circa 250.000 lux con una illuminazione a fibra ottica. In genere questa è la soluzione più otilizzata nei microscopi di ultima generazione. 

 

Com’è composto un microscopio operatorio?

 

  • Gli oculari
  • Unità di Ingrandimento
  • Obiettivo
  • Unità d’illuminazione
  • Partitori Ottici: permettono di deviare uno o entrambi i canali ottici, tramite un prisma riflettente, e portare a una macchina fotografica, o a una telecamera, l’immagine ripresa dall’obiettivo. 

Microscopio Operatotio - Amadental - Dentista Milano - Dentista Magenta - Dentista Magnago