impianto dentale

Implantologia | Studio Dentistico a Magenta, Magnago, Milano

Implantologia: la scelta fra la tecnica a carico immediato o differito

Implantologia: la scelta fra la tecnica a carico immediato o differito 900 455 Amadental

Gli impianti dentali in 24 ore funzionano davvero?

La risposta alla perdita degli elementi dentali è ogni anno più efficace. L’implantologia a carico immediato pare aver risolto il problema legato alla lunga finestra temporale che intercorre fra l’innesto degli impianti e l’applicazione delle protesi fisse. Tuttavia, questa tecnica dovrebbe essere utilizzata solo a fronte di precise condizioni. Nel pezzo che segue, proveremo a confrontarla con la procedura differita in modo da evidenziare quei fattori che influenzano la buona riuscita dell’intervento.

Impianti dentali: cosa sono e quali vantaggi comportano

Quali sono i benefici dell’impianto a carico immediato?

Gli impianti differiti e a carico immediato hanno lo scopo di superare la mancanza di elementi dentali naturali. Entrambe le soluzioni prevedono l’installazione di un impianto in titano biocompatibile nell’osso mascellare o mandibolare e, di seguito, l’applicazione di una protesi fissa. La tecnica differita prevede un suddivisione del lavoro in due fasi. In questo caso, dall’installazione dell’impianto all’applicazione della protesi passano all’incirca sei mesi. Questo lungo periodo di tempo desta un certo grado di scetticismo nei pazienti. Diversamente, la tecnica a carico immediato supera tale limite risolvendo il problema in uno o due giorni.

La fase di osteointegrazione e la buona riuscita dell’impianto dentale

Cos’è l’ostointegrazione dell’impianto dentale?

Impianto dentale

Impianto dentale

Il successo dell’intervento implantologico è condizionato dalla buona osteointegrazione – il processo di fusione fra impianto e osso che assicura stabilità e radicamento dell’elemento protesico. È stato il professor Branemark a indicare per primo la finestra di tre o sei mesi fra i fattori che favoriscono l’osteointegrazione. Durante questo periodo, i tessuti hanno il tempo di adattarsi e rigenerarsi intorno alla vite in modo che questa non sia più estranea all’organismo. Le altre variabili che possono influenzare la buona riuscita dell’operazione sono sbalzi termici, eventi traumatici o infiammazioni batteriche di diverso grado.

Ostointegrazione e implantologia a carico immediato

Come avviene l’ostointegrazione con gli impianti a carico immediato?

La tecnica a carico immediato è riuscita a superare le lunghe tempistiche necessarie per l’osteointegrazione. Per la precisione, rigenerazione dei tessuti ossei richiede comunque un periodo di alcuni mesi, ma, in questo caso, vengono applicate delle protesi semipermanenti immediatamente dopo l’installazione dell’impianto. L’osso si integrerà, dunque, con l’impianto senza che trascorra il periodo finestra con protesi provvisorie. La rapidità e l’ottimo grado di successo della procedura sono stati fondamentali per la sua crescente diffusione. Non è un caso, dunque, che il settore odontoiatrico sia invaso da slogan che promettono di restituire il miglior sorriso e la piena efficienza masticatoria in 24 o 48 ore. Tuttavia, come accennato nell’introduzione, quest’alternativa deve essere preferita solo qualora si registrino le condizioni più opportune.

 

Le condizioni per il successo dell’impianto a carico immediato

In quali casi l’implantologia a carico immediato è funzionale?

Perché l’impianto a carico immediato venga integrato correttamente è necessario che siano presenti le circostanze che seguono.

  • Buona quantità e densità ossea

  • Gengive e tessuti molli in salute

  • Piano masticatorio ben bilanciato

  • Stabilità primaria degli impianti superiore ai 35 Ncm.

Oltre a queste condizioni, è fondamentale che il paziente non soffra di parafunzioni masticatorie come il bruxismo. Inoltre, alcune patologie come il diabete potrebbero complicare la buona riuscita dell’intervento. Vale la pena ricordare che l’implantologia in generale non può essere impiegata su soggetti che soffrono di cirrosi epatica, di gravi disturbi psicologici e mentali, di patologie neurologiche, che facciano uso di sostanze stupefacenti o siano stati sottoposti a chemioterapia o radioterapia nei mesi prima dell’intervento.

 

Scrivici per richiedere maggiori dettagli sull’implantologia

Ponte dentale - implantologia carico immedianto - Amadental - Dentista Milano

Per il tuo sorriso, basta soluzioni precarie come il ponte dentale, fai una scelta definitiva con limplantologia a carico immediato.

Per il tuo sorriso, basta soluzioni precarie come il ponte dentale, fai una scelta definitiva con limplantologia a carico immediato. 1200 628 Amadental

Un ponte dentale, una protesi mobile sono spesso soluzioni precarie all’edentulia che spesso non donano il massimo della serenità al cavo orale. Come porre rimedio? Scegliendo l’implantologia a carico immediato.

In cosa consiste il carico immediato e da cosa differisce rispetto l’implantologia tradizionale.

È una tecnica che permette di sostituire gli elementi dentali compromessi mediante l’applicazione di strumenti protesici e si distingue dall’implantologia classica per i tempi di esecuzione. 

Nell’implantologia a carico differito, infatti, il dentista dopo aver inserito all’interno delle ossa mascellari o mandibolari del paziente gli impianti, attendeva un periodo variabile dai tre ai sei mesi per l’applicazione della protesi vera e propria. Oggi, grazie all’implantologia a carico immediato, ciò avviene nel corso di un unico intervento.

 L’aggiornamento di competenze e l’esperienza continua sul campo nell’ambito della biocompatibilità dei materiali hanno permesso lo sviluppo di questa tecnica.

L’impiego di materiali altamente osteointegrativi, come il titanio, ha portato a una maggiore sicurezza nella riuscita dell’intervento.

Con il carico differito il chirurgo aspettava i tre o sei mesi per consentire all’organismo di legare perfettamente con il corpo estraneo inserito nelle ossa.

 

Quali sono quindi i vantaggi dell’implantologia a carico immediato?

  • Durata: il paziente può godere di un nuovo sorriso esteticamente bello in pochissimo tempo. L’intervento si svolge in una sola seduta e già dopo un giorno si può tornare a sorridere.
  • Comfort: si acquisisce fin da subito la funzione masticatoria per tornare a mangiare senza alcun tipo di problema.

Vantaggio estetico: nessun disagio e nessuna difficoltà nelle relazioni sociali. Le protesi mobili risultano molto scomode e instabili, mentre grazie all’implantologia a carico immediato si gode di una protesi fissa e stabile che non crea disagi nel tempo.

L’implantologia carica immediato fa male?

  • Sfatiamo una leggenda, ovvero quella che gli interventi di implantologia sono dolorosi.  Qualunque intervento di implantologia non prescinde dall’anestesia locale. Sono invece normali il fastidio o il gonfiore che possono insorgere nei giorni successivi e che possono tranquillamente essere controllati con antinfiammatori o antidolorifici.

Cosa fare dopo intervento a carico immediato?

  • Dopo un intervento di implantologia dentale si consiglia di non mangiare cibi caldi e di prediligere consistenze morbide, evitando così l’eccessiva masticazione. Via libera a formaggi freschi e cremosi, yogurt, gelati, vellutate, tutto però rigorosamente freddo, in modo da evitare la stimolazione dell’emorragia.

Ponte dentale o Implantologia dentale? 

La soluzione definitiva è nelle tue mani.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.