amadental

Come superare la paura del dentista

Come superare la paura del dentista? Ecco i nostri consigli!

Come superare la paura del dentista? Ecco i nostri consigli! 1200 628 Amadental

Tachicardia, sudorazione, tremori e senso di ansia non appena senti nominare la parola dentista? Non sei da solo! Si tratta di odontofobia, una fastidiosa condizione che colpisce grandi e piccini. Questa situazione non deve essere accettata: scopri in questo articolo come superare la paura del dentista!

Odontofobia: che cos’è la paura del dentista

Come superare la paura del dentista? Conosci il tuo nemico! 

L’odontofobia, meglio conosciuta come paura del dentista, è una vera e propria fobia riconosciuta anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e caratterizzata dalla paura estrema dei dentisti e delle cure dentistiche. Tra i sintomi con cui generalmente si presenta troviamo la sensazione di soffocamento, l’eccessiva sudorazione, la tachicardia, la nausea e gli attacchi di panico. La paura del dentista può addirittura portare chi ne soffre ad evitare le visite dal dentista sebbene la situazione della bocca lo richieda. 

Le cause di questa paura possono essere diverse: esperienze traumatiche vissute in passato, cattiva informazione o racconti traumatici riportati da persone vicine. 

Come superare la paura del dentista 

È importante non trascurare questa condizione e cercare di superarla perché questa fobia potrebbe rendere difficili le cure odontoiatriche da parte del dentista o addirittura portare il paziente ad evitarle anche in caso di necessità, compromettendo la salute della bocca e il benessere generale della persona. Superare questa paura è possibile, servirà un po’ di buona volontà per superare i propri limiti. Ecco i nostri consigli: 

  • scegli un dentista che ti ispiri fiducia: un professionista competente con esperienza nel trattamento di pazienti odontofobici e che sappia chiarire tutti i tuoi dubbi. 
  • Affronta ciò che temi: cerca di informarti e conoscere l’argomento che ti spaventa, di non rimandare l’appuntamento e di non evitare l’argomento, perché anche solo parlarne potrebbe migliorare la tua situazione. 
  • Programma le tue visite: in questo modo potrai prepararti gradualmente all’appuntamento.
  • Fatti accompagnare da una persona di fiducia che ti trasmetta tranquillità, che ti distragga prima di entrare e che sia il tuo punto di riferimento anche dentro lo studio.

Come superare la paura del dentista con la sedazione cosciente

come superare la paura del dentista

I consigli che ti abbiamo fornito ti serviranno a lavorare su te stesso e cercare di superare da solo i tuoi limiti. 

Se queste tecniche non fossero sufficienti, nel nostro studio è presente una tecnologia che potrà aiutarti a superare la paura e ad affrontare con tranquillità qualsiasi trattamento. 

Si tratta della sedazione cosciente, un’innovativa tecnica che attraverso la somministrazione di una miscela di ossigeno e azoto è in grado di indurre uno stato di rilassamento nel paziente. Questo permetterà di eliminare il dolore e gli stati d’ansia mantenendo il paziente sveglio e cosciente durante tutto il trattamento. 

Oltre che permettere di vivere con serenità le cure dentistiche al paziente, gli permetteranno di avere un’esperienza positiva che aiuterà a ridurre gradualmente la paura del dentista.

La paura del dentista va quindi trattata come qualsiasi altra fobia e dovrà essere affrontata per essere sconfitta. Prendersi cura della propria salute orale è fondamentale ed è un’azione che non deve essere evitata a causa di questa fobia. Se ti serve aiuto per affrontarla o volessi maggiori informazioni, non esitare a contattarci cliccando qui.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

Apparecchio ortodontico trasparente: un trattamento adatto a tutti!

Apparecchio ortodontico trasparente: un trattamento adatto a tutti! 1200 628 Amadental

Tutti ormai conosciamo l’apparecchio ortodontico trasparente: l’apparecchio che ci permette di allineare i denti senza che nessuno se ne accorga. Questo rivoluzionario trattamento è spesso associato ai pazienti più adulti proprio per la sua trasparenza, un vantaggio che permette di essere discreto e quindi di mantenere l’estetica del volto. Molti non sanno, però, che questo trattamento è consigliato per tutte le fasce di età, anche ai bambini: vediamo insieme perché!

Come funziona l’apparecchio ortodontico trasparente

Il trattamento con apparecchio ortodontico trasparente si compone di una serie di mascherine trasparenti chiamate aligners, che, sostituite ogni 1 o 2 settimane a seconda delle esigenze, sono in grado di spostare i denti riportandoli alla loro posizione allineata. Queste mascherine vengono costruite sulla base dell’impronta dentale del singolo paziente, rilevata grazie allo scanner intraorale: proprio per questo risultano comode ed efficienti.

A chi è adatto l’apparecchio ortodontico trasparente?

Spesso si pensa che l’apparecchio trasparente sia adatto solo ad alcuni casi, in particolare agli adulti che vogliono migliorare il sorriso senza dover compromettere l’estetica del volto con l’apparecchio tradizionale. L’apparecchio ortodontico trasparente è in realtà un trattamento in grado di risolvere quasi tutti i tipi di malocclusioni, nelle diverse tipologie di paziente, al pari dell’apparecchio tradizionale. 

I vantaggi negli adulti.

Come detto in precedenza, l’apparecchio ortodontico trasparente è particolarmente indicato nei pazienti adulti che desiderano raddrizzare i denti senza che nessuno se ne accorga. La sua trasparenza, infatti, permette di evitare i disagi estetici dell’apparecchio metallico e quindi lo rende un trattamento adatto a questo tipo di esigenza. Inoltre, la possibilità di rimuoverlo, permette di mangiare senza disagi e di partecipare quindi senza imbarazzo a qualsiasi occasione.

I vantaggi nei bambini.

apparecchio ortodontico trasparente

I vantaggi che l’apparecchio ortodontico trasparente porta con sé nei piccoli pazienti sono moltissimi!

Eccone alcuni:

  • l’assenza di elementi metallici evita il pericolo derivante da traumi durante le attività sportive o i giochi;
  • gli aligners possono essere addirittura indossati come protezione dentale negli sport agonistici;
  • la possibilità di rimuovere le mascherine rende più semplice ed efficace l’igiene orale quotidiana, spesso trascurata dai bambini. 
  • evita il fastidio e le allergie dovute alla presenza di fili metallici all’interno della bocca.

Insomma, questo trattamento porta con sé numerosi vantaggi anche nei piccoli pazienti. Intervenire in età evolutiva, inoltre, permetterà di ottenere risultati in modo più rapido ed efficiente.

Come iniziare il trattamento con l’apparecchio ortodontico trasparente

Per iniziare il percorso con questo rivoluzionario trattamento, ti basterà prenotare la prima visita. In questo modo potremo prendere l’impronta dentale della tua bocca, che ci permetterà di valutare il tuo caso specifico, il percorso più adatto a te e pianificare il trattamento in tutte le sue diverse fasi.

Ti aspettiamo nei nostri studi di Milano per scoprire l’apparecchio trasparente!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

Buoni propositi per il nuovo anno: partiamo dalla prevenzione orale!

Buoni propositi per il nuovo anno: partiamo dalla prevenzione orale! 1200 628 Amadental

Gennaio, si sa, è il mese dei buoni propositi. Tra iscriversi in palestra, seguire un’alimentazione sana e passare più tempo in famiglia, anche la prevenzione orale merita di essere inserita nella tua lista. Non preoccuparti: seguendo alcuni piccoli consigli sarà un gioco da ragazzi!

L’importanza della salute orale

Gennaio è il mese giusto per iniziare a prendersi cura al meglio della propria bocca, e per iniziare a mantenere queste abitudini per tutto l’anno. La salute orale è fondamentale per una vita sana: le malattie del cavo orale, che colpiscono la stragrande maggioranza della popolazione, sono infatti strettamente correlate con la qualità della vita e influiscono negativamente sul benessere fisico e psicologico delle persone. La buona notizia è che con una buona prevenzione orale è possibile evitare queste patologie: basterà seguire alcune regole fondamentali e non dimenticarle mai!

Prevenzione orale: tutto parte dall’igiene quotidiana

Il pilastro portante su cui si basa tutta la prevenzione orale è l’igiene quotidiana: è infatti l’azione fondamentale e maggiormente controllabile per rimuovere la placca e i batteri dalla bocca, che sono cause di diverse patologie. Subito dopo aver mangiato infatti, inizia a formarsi la placca che, se non rimossa, si struttura, trasformandosi in tartaro. Le regole fondamentali da tenere presente per occuparsi dell’igiene orale quotidiana in modo corretto sono:

  • lavarsi i denti dopo ogni pasto e almeno 2 volte al giorno, spazzolandoli per 2 minuti;
  • utilizzare il filo interdentale per arrivare negli spazi tra un dente e l’altro dove lo spazzolino non riesce; 
  • cambiare spazzolino almeno ogni 3 mesi, o quando ti accorgi che le setole sono consumate.

Almeno 2 controlli dal dentista durante l’anno

L’igiene orale quotidiana, seppur eseguita correttamente, da sola non è sufficiente a rimuovere completamente i residui di placca. Proprio per questo è fondamentale eseguire almeno 2 sedute di igiene orale professionale durante l’anno. Questi appuntamenti ci permetteranno di: 

  • rimuovere meccanicamente con appositi strumenti i residui di tartaro e placca che non sono possibili da rimuovere con l’igiene orale quotidiana;
  • controllare e prevenire eventuali problemi alla bocca;
  • fornirti, in base alle tue esigenze, tutte le informazioni necessarie per continuare con la corretta igiene orale a casa.

Attenzione all’alimentazione

La prevenzione orale passa anche per quello che mangiamo: salute orale e alimentazione sono infatti strettamente collegate.prevenzione orale Ecco alcuni consigli!

Alimenti alleati dei denti: latte e derivati grazie al loro elevato contenuto di calcio; verdure a foglia larga, grazie alla loro capacità di stimolare la salivazione; frutta croccante che aiuta a pulire la bocca; frutta secca per l’elevato contenuto di sali minerali. 

Cibi nemici dei denti: caramelle e dolciumi, per l’alto contenuto di zuccheri; agrumi, aceto e bevande alcoliche, aggressivi per lo smalto; bibite gassate ed energy drink, per la loro azione corrosiva. 

Stop allo stile di vita scorretto!

Ultimo, ma non meno importante: anche lo stile di vita è un fattore che può influire negativamente sulla salute della nostra bocca, oltre che su tutto il benessere del nostro organismo. Ecco alcune regole da tenere a mente: 

  • smettere di fumare: il fumo è il nemico numero uno della salute di denti e gengive, basti pensare che un fumatore ha un rischio 3 volte superiore di ammalarsi di parodontite. 
  • Ridurre lo stress, che ha un effetto negativo su tutto il nostro organismo, riducendo le difese immunitarie e aumentando il rischio di patologie del cavo orale.
  • Tenere sotto controllo il peso, che è un fattore di rischio per malattie cardiovascolari, strettamente legate anche alla salute della nostra bocca.

Mettendo in pratica queste regole sarà facile prevenire i disturbi del cavo orale e ne beneficerà l’intero organismo. Per qualsiasi ulteriore dubbio non esitare a contattarci!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

implantologia a milano

Implantologia a Milano: ritrova la voglia di sorridere!

Implantologia a Milano: ritrova la voglia di sorridere! 1200 628 Amadental

Vuoi trovare dentisti con esperienza nell’implantologia a Milano? Stai cercando un modo per ritrovare la voglia di sorridere da mantenere nel tempo? Sei nel posto giusto! Negli Studi Amadental ci occupiamo di implantologia a Milano; un trattamento duraturo, che permette di ritrovare i denti persi sostituendoli con dei denti artificiali. Scopriamolo insieme!

Che cos’è l’implantologia dentale?

Negli Studi Amadental ci occupiamo di implantologia a Milano. Grazie a questo trattamento, riusciamo a riempire lo spazio lasciato vuoto dai denti persi con delle protesi artificiali, molto simili ai denti naturali per estetica e funzionalità. Queste protesi sono composte da una vite in titanio che, inserita nell’osso del paziente, va a sostituire la radice del dente perso. Su questa vite, poi, tramite un collegamento chiamato abutment, saranno posizionate le protesi in ceramica, cioè la sezione visibile dell’impianto che andrà a riempire lo spazio vuoto. Grazie all’utilizzo dell’implantologia, i pazienti potranno riuscire nuovamente a mangiare, parlare e sorridere come facevano prima della perdita dei denti, il tutto in modo duraturo. Una valida alternativa alle più comuni protesi mobili!

Implantologia a Milano: le fasi del trattamento

Vediamo insieme come ci occupiamo di implantologia nei nostri studi di Milano.

  • Prima visita: prima di intraprendere il trattamento di implantologia, abbiamo bisogno implantologia dentale a milanodi avere informazioni sulla salute della bocca del paziente, per questo ci occupiamo dell’anamnesi, raccogliendo i suoi dati e valutando eventuali controindicazioni al trattamento.  
  • Pianificazione dell’intervento: tramite specifici esami, raccogliamo tutte le informazioni necessarie alla progettazione pre-implantare dell’intervento. Tramite la TAC rileviamo i volumi delle ossa del paziente e grazie allo scanner intraorale creiamo invece un’impronta digitale dei suoi denti e delle sue gengive. Grazie a questi dati pianifichiamo nei minimi dettagli l’intervento e stabiliamo la tipologia, la lunghezza e il punto preciso di inserimento degli impianti: un’attività che ci permette di affrontare in piena sicurezza e con successo l’intervento. 
  • L’intervento: una volta pianificato con attenzione il trattamento, è il momento dell’intervento: eseguita l’anestesia, per eliminare dolore e ansia, procediamo all’inserimento degli impianti. A seconda della tecnica utilizzata, esistono due strade: nel caso del carico immediato, concludiamo l’intervento in un’unica seduta e posizioniamo quindi la protesi nello stesso giorno in cui viene inserito l’impianto; nel caso del carico differito, invece, è necessario attendere 4/6 mesi prima del posizionamento delle protesi sugli impianti. 
  • La fase post-operatoria: in questa fase vengono generalmente utilizzati antibiotici e antidolorifici per tenere bassa la carica batterica nel cavo orale. Eseguiamo poi delle visite di controllo per assicurarci che tutto vada bene e per assicurare la durata nel tempo degli impianti dentali.

Implantologia a Milano: scopri gli Studi Amadental

Insomma, risolvere il problema della mancanza di denti è possibile ed è molto importante, perché non compromette solo le funzionalità come la masticazione e la fonazione, ma incide negativamente sulla qualità della vita in generale. Negli studi Amadental ci occupiamo di implantologia a Milano tramite l’utilizzo di materiali di alta qualità e grazie agli anni di esperienza dei nostri dottori. Prenota subito la tua visita qui!

Per qualsiasi ulteriore informazione, non esitare a contattarci.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

igiene orale nei bambini

Igiene orale nei bambini: ecco i nostri consigli!

Igiene orale nei bambini: ecco i nostri consigli! 1200 628 Amadental

Non è mai troppo presto per iniziare a prendersi cura della salute orale! Abituare ai bambini ad una corretta cura della bocca  è importante soprattutto nei periodo delle feste, in cui è normale mangiare più dolciumi. Farlo però, non è sempre facile: ecco perché vogliamo fornirvi alcuni consigli per prendersene cura al meglio! 

L’importanza dell’igiene orale nei bambini

Non c’è niente di più bello del sorriso di un bambino: prendersene cura è fondamentale. Curare la salute orale fin da piccoli è infatti la chiave per un futuro sano, che garantirà il benessere e l’apprendimento delle buone abitudini che verranno portate avanti per il resto della vita. In questo ambito il genitore ha il ruolo importantissimo di aiutare i figli a capire l’importanza della cura dei denti e a farlo con regolarità.  

Igiene orale nei bambini: quando iniziare?

L’igiene orale dei bambini deve iniziare fin dai primi mesi di vita e ovviamente 

igiene orale bambinioccuparsene dovrà essere un compito dei genitori. È importante eseguirla già prima che spuntino i primi dentini da latte, pulendo le gengive con una garza o una salvietta per eliminare i batteri. Una volta spuntati i dentini da latte, invece, sarà necessario iniziare a spazzolarli con uno spazzolino a setole morbide.

La scelta dello spazzolino

A proposito di spazzolino, come scegliere il più adatto ai nostri bambini? Dal punto di vista della funzionalità, è importante che i genitori si soffermino su alcune caratteristiche: 

  • la testina deve essere piccola, per poter arrivare con facilità su ogni dente;
  • anche l’impugnatura deve essere piccola, perché deve essere maneggiata con facilità dalla piccola mano di un bambino;
  • infine, le setole devono essere morbide, per poter pulire i dentini e le gengive in modo delicato, senza ferirli. 

Dal punto di vista dell’estetica, invece, un consiglio che vogliamo darvi è quello di far scegliere direttamente al bambino il suo spazzolino: in questo modo, scegliendo uno spazzolino colorato e divertente, lavarsi i denti per lui potrà sembrare un gioco!

L’utilizzo del filo interdentale

Anche per quanto riguarda i bambini, durante l’igiene orale quotidiana è importante associare all’utilizzo dello spazzolino anche quello del filo interdentale, perché la maggior parte delle carie si sviluppa negli spazi interdentali. Ma quando iniziare? La risposta è semplice: non appena spuntano due denti vicini. Sarà compito dei genitori occuparsene finché il bambino non sarà in grado di farlo da solo.

Igiene orale nei bambini: l’insegnamento delle buone abitudini

Insegnare le buone abitudini di igiene orale ai bambini è fondamentale, perché si tratta di gesti che si porteranno avanti per tutta la vita. Per quanto fondamentale, non significa però che sia facile! Vogliamo fornirvi alcuni consigli: 

  • dai il buon esempio: i bambini tendono spesso a imitare ciò che fanno i genitori, per questo, dare il buon esempio è sempre la forma di apprendimento più immediata. Vedere i genitori lavarsi i denti regolarmente lo aiuterà a inserire questa pratica nella sua routine quotidiana.
  • Spiega le motivazioni: insegnare ai bambini perché è così importante occuparsi della propria igiene orale può aiutare a motivarli. Spesso infatti i bambini non vogliono lavarsi i denti perché non capiscono perché è così importante. 

Fatelo insieme: occuparsi dell’igiene orale quotidiana come se fosse un gioco aiuterà il bambino a renderlo un’abitudine e ad imparare le manovre corrette.

Questi sono alcuni dei consigli che potrebbero tornarti utili per insegnare al tuo bambino a occuparsi della sua igiene orale. Non dimenticare però il ruolo della figura del dentista: anche prendere confidenza con lui è un passo fondamentale. Se hai bisogno di ulteriori consigli, non esitare a contattarci!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

impianto dentale

I vantaggi dell’implantologia dentale

I vantaggi dell’implantologia dentale 1200 628 Amadental

Implantologia dentale: un trattamento efficace, in grado di migliorare la vita delle persone. Proprio così, perché la perdita dei denti è un problema che agisce non soltanto sulle attività funzionali legate alla bocca, come mangiare e parlare, ma anche su quelle legate alla sfera sociale: può infatti portare con sé imbarazzo e insicurezza. Abbiamo deciso di raccontarvi in questo articolo quali sono i vantaggi di questo trattamento!

Che cos’è l’implantologia dentale?

In passato, l’unico modo per risolvere la mancanza di denti, era il ricorso a soluzioni mobili. Oggi, grazie agli sviluppi tecnologici e all’esperienza dei professionisti, è possibile sostituire i denti naturali persi con dei denti artificiali. Come? Tramite l’inserimento all’interno dell’osso di un impianto, cioè di una particolare vite realizzata in titanio, che andrà a sostituire la radice del dente naturale. Su questo impianto, tramite un sostegno chiamato abutment, verrà posizionata una protesi in ceramica, che andrà a riempire lo spazio lasciato dal dente perso, riproducendo perfettamente un dente naturale.

I vantaggi dell’implantologia dentale

Vediamo ora insieme quali sono i vantaggi che questo trattamento porta con sé!

Tasso di successo elevato

Spesso ciò che impedisce di sottoporsi a questo vantaggioso trattamento è la paura che qualcosa vada storto. La buona notizia è che il tasso di successo dell’implantologia dentale è superiore al 95% dei casi. Il successo dell’intervento varia dalle condizioni specifiche di ogni paziente, ma un dato così elevato permette di affrontare l’intervento con più serenità.

La durata implantologia dentale

Anche per quanto riguarda la durata, diversi sono i fattori che la determinano: lo stile di vita, l’igiene orale quotidiana, i controlli regolari e anche i materiali con cui viene realizzato. In generale però, l’impianto dentale dura per tutta la vita e risulta quindi una soluzione definitiva per risolvere il problema della mancanza di denti.

Recupero di estetica e funzionalità

Il vantaggio principale che l’implantologia dentale porta con sé, è che permette di ottenere funzioni ed estetica simili a quella dei denti naturali. Gli impianti inseriti infatti, hanno le stesse caratteristiche estetiche dei denti naturali, e ti permetteranno di masticare, parlare e sorridere proprio come facevi prima di perdere i denti.

A chi è rivolta l’implantologia dentale

Ora che conosci tutti i benefici che questa tecnica porta con sé, ti stai chiedendo se l’implantologia dentale fa al caso tuo? Questo trattamento è dedicato a tutte quelle persone che hanno perso la voglia di sorridere a causa della mancanza di denti. La fattibilità del trattamento dipende dalle condizioni specifiche di ogni paziente: una prima visita ti aiuterà a capire se può fare al caso tuo.

Non lasciare che la paura ti impedisca di ritrovare il tuo sorriso. Per intraprendere il tuo percorso, contattaci.

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

apparecchio trasparente vantaggi

5 vantaggi dell’apparecchio trasparente

5 vantaggi dell’apparecchio trasparente 1200 628 Amadental

Anni di innovazione tecnologica e scientifica hanno permesso di ottenere l’apparecchio trasparente: un trattamento ortodontico che permette di allineare i denti senza più doversi preoccupare dell’estetica del proprio volto. Questo è solo uno dei numerosi vantaggi che l’apparecchio trasparente porta con sé: scoprili tutti in questo articolo!

Che cos’è l’apparecchio trasparente

Si tratta di un apparecchio ortodontico rimovibile composto da mascherine trasparenti, create sulla base dell’impronta dentale del paziente. Queste mascherine, praticamente impercettibili, vengono sostituite ogni due settimane circa, e lavorano spostando lentamente i denti, ritrovando il corretto allineamento. Un trattamento adatto ad adulti e bambini, che permette ai pazienti di ritrovare la voglia di sorridere, portando con sé numerosi vantaggi, scopriamoli insieme!

1. Estetica

Il primo vantaggio è facile da intuire ed è quello che lo rende un trattamento così rivoluzionario: le mascherine trasparenti sono praticamente impercettibili, proprio per questo l’apparecchio trasparente risulta un trattamento altamente estetico, che salvaguarda il sorriso e la bellezza del volto. La presenza dei brackets metallici dell’apparecchio tradizionale infatti, può spesso causare disagio in coloro che lo indossano, incidendo sulla sicurezza e sulla stima di sé. Una condizione che è possibile evitare con l’utilizzo dell’apparecchio trasparente.

2. Comodità

Come detto in precedenza, le mascherine trasparenti sono create sulla base dell’impronta dei denti del paziente 

mascherine trasparenti denti

e proprio per questo doneranno il massimo comfort. A differenza degli apparecchi tradizionali, poi, verranno evitate le irritazioni, le abrasioni e le allergie ai metalli derivanti dalla presenza di brackets e fili metallici.

3. Efficienza

Tramite l’apparecchio trasparente è possibile ottenere gli stessi risultati dell’ortodonzia tradizionale, risolvendo quasi tutti i tipi di malocclusione, sempre monitorando nel dettaglio tutti i progressi e tutte le fasi del trattamento.

È comunque consigliabile, nel caso ci si accorga di questi segnali, contattare uno specialista.

4. È rimovibile

Un grande vantaggio dell’apparecchio trasparente è la possibilità di rimozione delle mascherine trasparenti. Questo permetterà al paziente di mangiare tutti i cibi desiderati senza imbarazzo o difficoltà e di occuparsi dell’igiene orale quotidiana e della pulizia dell’apparecchio in modo più semplice.

5. Permette di previsualizzare il risultato

L’apparecchio trasparente è un trattamento predicibile: è studiato tramite una pianificazione anticipata che permette, grazie ad innovativi software , di capire quando finirà esattamente il trattamento, quale sarà il risultato finale e quali le fasi intermedie che permetteranno di ottenerlo.

Insomma, a differenza di quanto si pensi, essere trasparente non è l’unico vantaggio che questo trattamento porta con sé. Tanti sono i fattori che lo rendono così rivoluzionario e così conveniente per i pazienti. Se anche tu stai pensando di iniziare questo percorso, non esitare a contattarci!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

infiammazione alle gengive cosa fare

SOS infiammazione alle gengive? Ecco cosa fare!

SOS infiammazione alle gengive? Ecco cosa fare! 1200 628 Amadental

Gengive rosse, gonfie, doloranti e che sanguinano durante lo spazzolamento? Potrebbe essere in corso un processo di gengivite. È una situazione molto comune che colpisce il 50% della popolazione. Nonostante la sua frequenza, è necessario prestare attenzione e seguire tutti i rimedi per occuparsene perché, se non curata, può trasformarsi in parodontite. Ecco i nostri consigli!

Cos’è la gengivite e quali sono le cause

Il termine gengivite indica un’infiammazione delle gengive: si tratta di un disturbo gengivale lieve e trattabile: proprio per questo è importante prestare attenzione a questi sintomi e parlarne con il dentista per cercare di risolvere la situazione, prima che peggiori in parodontite. La branca dell’odontoiatria che si occupa del trattamento delle gengive è la parodontologia. La gengivite è provocata dalla placca, formata da batteri che si depositano sulle superfici dei denti, soprattutto nelle zone più difficili da raggiungere durante l’igiene orale: questi batteri irritano la gengiva, provocandone l’infiammazione.

Come riconoscere l’infiammazione alle gengive

La gengivite si manifesta con alcuni sintomi molto chiari e riconoscibili: 

  • infiammazione e irritazione
  • sanguinamento durante lo spazzolamento
  • dolore
  • gonfiore
  • alito cattivo

In presenza di questi sintomi è possibile che sia in atto una gengivite.

Gengivite e parodontite: quali sono le differenze?

È importante creare una distinzione tra i diversi casi di infiammazione alle gengive, chiarendo la differenza 

infiammazione alle gengive cosa fare

tra gengivite e parodontite.

  • La gengivite è un’infiammazione che si limita al bordo gengivale; l’infiammazione è quindi superficiale e generalmente transitoria se trattata nel modo corretto. Al contrario, se ignorata, può portare ad una vera e propria patologia, la parodontite. 
  • La parodontite, a differenza della gengivite, interessa tutti i tessuti a supporto del dente (gengive e ossa) ed è quindi un’infiammazione più profonda, che porta all’erosione progressiva di questi tessuti, fino alla caduta del dente.

Cosa fare in caso di infiammazione alle gengive?

In caso di infiammazione alle gengive è necessario prestare maggiore cura alla propria igiene orale: spazzolare i denti dopo ogni pasto per almeno 4 minuti, passare delicatamente il filo interdentale ed effettuare degli sciacqui con un colluttorio disinfettante. Per attenuare la condizione può essere utile ricorrere ad alcuni rimedi naturali come: massaggiare le gengive con i polpastrelli, applicare gel di aloe vera, malva, calendula o oli essenziali ad azione disinfettante.

È comunque consigliabile, nel caso ci si accorga di questi segnali, contattare uno specialista.

Prevenire l’infiammazione alle gengive

Ma come prevenire questo fastidioso problema? Tutto parte dall’igiene: una rigorosa routine quotidiana e un’igiene professionale dal dentista all’anno ti aiuteranno a prevenire la gengivite. 

Possono poi venire in aiuto alcune abitudini quotidiane: 

  • cambia lo spazzolino ogni 3-4 mesi, quando le spatole sono rovinate e se possibile prediligi uno spazzolino elettrico;
  • evita fumo e alcolici;
  • assumi quantità sufficienti di vitamina C.

Seguire questi consigli e gestire la situazione fin dai primi sintomi ti permetterà di rendere la gengivite un problema del tutto passeggero e di evitare che la situazione peggiori. Se noti questi sintomi o desideri approfondire l’argomento non esitare a contattarci!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

denti da latte perché sono importanti

Denti da latte: 5 domande che hai sempre voluto fare

Denti da latte: 5 domande che hai sempre voluto fare 512 268 Amadental

Denti da latte, questi sconosciuti! Vengono chiamati anche decidui e il loro ruolo è fondamentale, perché, oltre a permettere al bambino di masticare correttamente, mantengono lo spazio necessario per ospitare i denti permanenti. In questo articolo abbiamo provato a sintetizzare le risposte alle domande più frequenti  che ci vengono poste, per chiarire i dubbi e fornire consigli su come prendersene cura.

1 – Quanti sono i denti da latte?

Diversamente dai denti che abbiamo da adulti, quelli da latte sono 20 in totale. Per l’esattezza, ce ne sono 10 nell’arcata superiore e 10 nell’arcata inferiore; ogni arcata ha 4 molari, 2 canini e 4 incisivi.

2 – Quando cadono?

La caduta dei denti da latte è un evento importante, perché segna una fase di maturazione del bambino. Questo momento arriva intorno all’età di 6 anni. L’ordine della caduta non è sempre uguale per tutti i bambini, generalmente i denti da latte cadono nella successione in cui sono cresciuti, quindi: i 4 incisivi da latte inferiori e superiori, i canini, i primi molari, i secondi molari e così via. 

3 – Cosa fare se i denti da latte non cadono?

Il periodo di caduta dei denti da latte dura generalmente dai 6 ai 13 anni. 

In alcuni casi può capitare 

che un dente da latte dondoli ma rimanga in parte attaccato o che non avvenga affatto la perdita dei denti. 

  • Se il dente è parzialmente attaccato, si può stimolare la sua caduta in modo indolore (tramite ad esempio l’igiene orale o facendo mangiare al bambino un cibo duro, come una mela).
  • Nel caso in cui dopo i 13 anni d’età i denti permanenti non siano ancora completi è necessaria una visita dal dentista per bambini, perché potrebbe essere causa di malocclusioni o problemi futuri. Niente di preoccupante, sono situazioni comuni e solitamente risolvibili con l’aiuto di uno specialista.

4 – Trauma ai denti da latte: cosa fare?

A causa delle frequenti cadute dei bambini, è comune che si verifichi un trauma ai dentini da latte. Niente panico, ecco cosa fare: 

  • tranquillizzare il bambino: è un evento traumatico sia per lui che per i genitori e spesso la preoccupazione dei genitori può spaventare il bambino più dello stesso incidente; 
  • pulire la ferita e posizionare del ghiaccio esternamente per ridurre l’infiammazione; 
  • se il dente è caduto, conservarlo in soluzione acquosa (nella saliva o nella soluzione fisiologica). 
  • portare il bambino dal pedodonzista: maggiore sarà la velocità di intervento, maggiori saranno le possibilità di risolvere il problema.  

5 – Come comportarsi in presenza di carie ai denti da latte?

I denti decidui cariati vanno curati proprio come quelli permanenti, perché il loro ruolo è mantenere lo spazio per i denti che cresceranno successivamente. Non è facile accorgersi che un dente da latte ha sviluppato una carie: uno dei primi segnali è la presenza di macchie biancastre o aloni scuri sul dente. Quando ci si accorge della presenza di una carie, è necessario far visitare il piccolo a un dentista per bambini per capire insieme quali sono le soluzioni per curare il dente.

Anche se i denti da latte sono destinati a cadere, proprio per il loro ruolo fondamentale è importante trattarli con la stessa cura che si riserva ai denti permanenti. Speriamo che questo articolo ti abbia aiutato a risolvere i tuoi dubbi sui denti da latte, per ulteriori informazioni non esitare a contattarci!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.

pedodonzista

Dentista per bambini: perché è così importante?

Dentista per bambini: perché è così importante? 2400 1256 Amadental

Il rientro dalle vacanze significa solo una cosa: tempo di un controllo dal dentista, anche per i più piccoli! A chi affidarsi? Pedodontista, odontoiatra infantile o dentista pediatrico: comunque tu lo voglia chiamare, stiamo parlando del professionista che si occupa di curare la bocca e i denti dei piccoli pazienti, dalla prima infanzia fino all’adolescenza. È una figura molto importante, perché da lui dipende la prevenzione e la cura di alcune patologie che possono causare problemi anche in età adulta. Scopriamo insieme di cosa si occupa!

Chi è il dentista per bambini: la figura del pedodonzista

Il dentista per bambini, più correttamente chiamato pedodonzista, è il professionista che si occupa di odontoiatria pediatrica, o pedodonzia, la branca dell’odontoiatria che tratta la salute del cavo orale in età pediatrica, dai 2 ai 16 anni. Al pari di ogni altro dentista, si occupa della prevenzione e della cura delle patologie del cavo orale, dalla gnatologia, all’endodonzia fino all’ortodonzia. Il dentista per bambini ha però anche un ruolo fondamentale nell’insegnamento delle buone abitudini da mettere in atto per prevenire questi problemi.

Quali sono le differenze dal dentista per adulti

Vediamo nello specifico di cosa si occupa il dentista per bambini e cosa lo differenzia dal dentista per adulti. 

  • dentista per bambini I denti da latte: a differenza di quanto si pensi, i denti da latte possono cariarsi, e hanno un ruolo fondamentale nella formazione corretta della bocca dei bambini perché “tengono il posto” ai futuri denti permanenti. Compito del pedodonzista è curare le patologie a carico dei denti da latte e controllare che stiano crescendo nel modo corretto.
  • La prevenzione: il dentista per bambini, ancor più che per l’adulto, ha il ruolo fondamentale di prevenire futuri problemi ai denti del bambino. Questo avviene tramite l’educazione alle corrette manovre di igiene orale, l’eliminazione delle scorrette abitudini (anche tramite il supporto alla famiglia), la correzione di malocclusioni e l’allineamento dei denti. 
  • La comunicazione: la differenza fondamentale tra un dentista per bambini e uno per adulti è l’approccio con cui si rivolge al paziente. Il suo metodo prevede infatti l’utilizzo di giochi e strategie per rilassare il bambino e la creazione di un clima di serenità e fiducia per prevenire e curare la “paura del dentista”.

La prima visita dal dentista per bambini

Ma quand’è il momento giusto per portare i bambini alla prima visita dal dentista? Noi consigliamo di portarli a fare un primo controllo nel secondo anno di età e di eseguire successivamente un controllo all’anno, in modo da creare un rapporto di fiducia tra il bambino e il paziente e rendere lo studio un ambiente familiare agli occhi del bambino. 

Durante la visita il dottore provvederà a rilassare il bambino e a controllare la salute della bocca e dei denti da latte.

Insomma, questa figura è fondamentale per la salute orale del tuo bambino e l’intervento in questa età permette di ottenere risultati migliori e più rapidi, e soprattutto di evitare problemi che si possono ripercuotere in età adulta.

Contattaci per prenotare la prima visita del tuo bambino con il nostro dentista per bambini a Milano, Magenta o Magnago!

Seguici sui nostri canali social FACEBOOK e INSTAGRAM.